Recensione Nokia 6.1: un Android One interessante, ma da perfezionare

Nokia 6.1 è il successore dell'entry level Nokia 6. Cambiamo fascia ed entriamo nei medio di gamma. A bordo Qualcomm Snapdragon 630 e sistema operativo Android One

0
25

Nokia 6.1 è la versione più moderna e performante di Nokia 6. Fra le sue feature più interessanti sicuramente la presenza a bordo di Android One, ovvero un sistema operativo completamente stock. L’ho provato per una decina di giorni e secondo me ha un buon potenziale da sfruttare meglio. 

Estetica e display

Nokia 6.1 rimane più o meno fedele al suo predecessore, almeno a livello estetico. Cambiano pochi dettagli.Il lettore d’impronte digitali passa sul posteriore. Solito design classico, con una costruzione robusta e compatta. Il display non ha chiaramente tracce di notch e nemmeno il rapporto d’aspetto è stravolto. Un 16:9 che gode di buona luminosità, anche se la regolazione automatica non è fulminea. Considerando che la ROM è totalmente stock, non ci sono parametri per decidere il tipo di colori, ma potrete fare altro. Ad esempio, il comodo ambient display o la luminosità notturna.

Hardware

Qualcomm Snapdragon 630 mi piace, gira bene con il 625 ed il 626 anche se la ho la sensazione che sia leggermente più energivoro. A supporto ci sono 3GB di memoria RAM e 32GB di storage interno, non sono pochi ma forse 1GB in di RAM lo avrebbe reso ancora più interessante.  Nessun problema nel gioco, tempi di avvio nella media ed esperienza fluida.

Software

A bordo di Nokia 6.1 c’è un ROM pura, ma che più pura non si può. Android One arriva su questo device in versione Oreo 8.1.0 con patch aggiornate ad Aprile 2018.

Il dispositivo non ha nessuna forma di personalizzazione. Si tratta di un requisito fondamentale per essere riconosciuto da Google come device “Android One“. Inutile dirvi che non ci sono bloatware. Certo, dipende dalla vostra idea di Google Apps. Se non vi fanno impazzire, ecco forse qualche bloatware c’è.

Il software mi sembra ottimizzato abbastanza bene, ma alcune incertezze mostrate durante l’utilizzo mi hanno fatto arrivare all conclusione che probabilmente c’è bisogno di qualche aggiornamento prima che possa dirsi veramente perfetto. Non ho avuto grossi problemi durante l’utilizzo, assolutamente. Ma qualche lag c’è stato.

Batteria

La batteria integrata e non rimovibile è da 3000 mAh. Non ci ho coperto più di una “quasi” giornata di utilizzo stress. Sono arrivata alle 21, dalle 8.30 circa del mattino. Poi però bisognava mettere mano al caricabatterie.

Il risparmio energetico è quello stock di Google. Niente personalizzazioni, ricordate?

Fotocamera ed audio

La fotocamera principale di Nokia 6.1 è un sensore da 16MP con messa a fuoco a rilevamento di fase, doppio flash LED dual tone ed ottiche ZEISS. L’apertura focale è f/2.0. Le foto vengono bene, sia con buona luce che con scarsa illuminazione. Certo, in questo caso dovrete fare i conti con il pesante intervento dell’HDR, se non deciderete di disattivarlo. Bene le panoramiche, qualche incertezza sulle macro. I video sono girati in massima risoluzione 4K, ma qui si sente l’assenza di stabilizzazione.

A livello di fotocamera frontale siamo messi abbastanza bene. Un sensore da 8MP in grado di mettere a fuoco in modo automatico i soggetti. Se la luce non è delle migliori, interverrà il flash a display, ma vi lascio immaginare i risultati.

Il software di gestione della fotocamera è quello lanciato da HMD Global sui nuovi Nokia, pochi fronzoli buon lavoro post scatto.

Ricezione e connettività

La massima forma di connettività dati è il 4G. La ricezione mi è sembrata nella media, senza lode e senza infamia. In generale non mi ha dato problemi. Bene anche le altre forme di connettività, interessante la presenza di Bluetooth 5.0 su un medio di gamma. Non manca nemmeno l’NFC.

Lettore d’impronte digitali

Il lettore d’impronte digitali è posizionato sul posteriore. Ogni tanto si perde, non riconoscendo il dito. In linea di massima funziona bene ed è abbastanza veloce.

Giudizio finale

[amazon_link asins=’B07B6CMJ7K’ template=’ProductAd’ store=’tecnoandroi0a-21′ marketplace=’IT’ link_id=’4fdfbd99-4eaa-11e8-b7fa-0d148422ba62′]

Nokia 6.1 ha un prezzo di listino di circa 260/270€. Si tratta di un terminale che mantiene linee estetiche di un certo tipo, nonostante la moda del notch e dei display allungati (HMD Global sceglie altri terminali per queste specifiche).

La scheda tecnica è da buon medio di gamma ed il prezzo più o meno congruo per un terminale dal buon potenziale grazie alla presenza di Android One. A convincermi completamente è la possibilità di riceve in omaggio un Google Home Mini per ogni Nokia 6.1 acquistato. La promo è valida fino al 31 luglio, quindi non è una campagna flash.

In questo modo, il terminale vi costerà circa 220/230€. Più che interessante per un medio di gamma ben costruito, Android One e con garanzia Italia.

Scheda tecnica

  • Processore: Qualcomm Snapdragon 630 (octa core con massima frequenza 2.2 GHz);
  • RAM: 3GB LPDDR 4;
  • Storage interno: 32GB con espansione tramite microSD fino a 128GB;
  • GPU: Adreno 508;
  • Display: IPS LCD 5,5″ risoluzione FHD e rapporto d’aspetto 16:9;
  • Fotocamera principale: 16MP con doppio flash LED, messa a fuoco a rilevamento di fase ed ottiche ZEISS;
  • Camera posteriore: 8MP con autofocus e flash frontale tramite display;
  • Batteria: 3000 mAh, senza ricarica rapida;
  • Comparto telefonico: LTE Cat. 4, 150 Mbps DL/50 Mbps UL ;
  • Connettività: Bluetooth 5.0, WiF dual band 802.11a/b/g/n/ac e GPS (A-GPS, Glonass), NFC;
  • Sensori: lettore d’impronte digitali, accelerometro, giroscopio, bussola, luminosità e prossimità;
  • USB Type-C;
  • Dimensioni e peso: 148.8 x 75.8 x 8.6 millimetri per 172 grammi.
Seguimi sui social!
CONDIVIDI
Articolo precedenteRecensione Trevi DPL 2230 APP: la cornice digitale connessa in Wifi
Articolo successivoXiaomi RedMi Note 5 GLOBAL con banda B20: codice sconto e super prezzo
Carla Stea
Recensore ed editor in ambito Tech, non ho ancora capito se è un lavoro o una passione. Il confine è sottile. Classe 1990, ho abbandonato le bambole prima di capire a cosa servissero realmente. Sono appassionata di tecnologia sin da piccolissima, mi divertiva qualsiasi cosa si azionasse premendo un bottone. Ho avuto il primo PC, il mitico Commodore 64, a 6 anni. Senza capirci nulla mi divertivo a ricopiare pagine e pagine di codici solo per veder apparire un'animazione. Crescendo ho imparato, rompendone tanti, come utilizzare al meglio computer e gadget tecnologici vari. Attualmente, scrivo articoli e produco videorecensioni per diversi siti web di informazione ricercando i contenuti più interessanti presenti dedicati all' high-tech.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here