Google Lens per iOS: come utilizzarlo sul proprio iPhone

Google Lens è finalmente disponibile anche su iOS. Pochi semplici step e potrete sfruttare l'Intelligenza Artificiale di Google anche sul vostro iPhone

0
18

Notice: Undefined property: stdClass::$name in /var/www/wordpress/wp-content/plugins/wp-appbox/inc/getappinfo.class.php on line 971

Google Lens è ufficialmente disponibile per iOS da qualche giorno. Si tratta dell’intelligenza artificiale di Google, applicata al riconoscimento di fotografie. Ecco come utilizzarla su iPhone.

Google Lens: come utilizzarla sul proprio iPhone

Se in passato avete già scaricato Google Photo, non avrete bisogno di eseguire il download di altre applicazioni. Vi basterà seguire pochi step per poter poter iniziare ad utilizzare subito la nuova applicazione. Ecco come fare:

  • scatta una fotografia;
  • aprila attreverso Google Photo;
  • clicca sull’icona di Google Lens e lascia che riconosca il soggetto della fotografia.

La funzionalità è in grado di offrire informazioni di diverso genere, dopo averne riconosciuto il soggetto. Alla base del progetto di Big G c’è la tecnologia semantic image segmentation.

Si tratta di una particolare tecnica che attribuisce ad ogni pixel della foto un etichetta nominativa (letteralmente un nome come ad esempio: casa, bambino, palla). In questo modo, quello che c’è nell’immagine è subito chiaro e permette a Google di fornire dati sulla base di quanto rilevato dai singoli pixel.

LEGGI ANCHE: le migliori applicazioni iOS per sfruttare la realtà aumentata

Insomma, una delle applicazioni dell’Intelligenza Artificiale più interessanti del momento. Cosa aspettata a provarla immediatamente?

Google Fotos
Google Fotos
Developer:
Price: Free
Seguimi sui social!
VIAMake Use Of
CONDIVIDI
Articolo precedenteGeekmall.it festeggia il papà con tantissimi sconti
Articolo successivoGoogle Lens: come utilizzare sul tuo smartphone l’Intelligenza Artificiale di Google
Carla Stea
Recensore ed editor in ambito Tech, non ho ancora capito se è un lavoro o una passione. Il confine è sottile. Classe 1990, ho abbandonato le bambole prima di capire a cosa servissero realmente. Sono appassionata di tecnologia sin da piccolissima, mi divertiva qualsiasi cosa si azionasse premendo un bottone. Ho avuto il primo PC, il mitico Commodore 64, a 6 anni. Senza capirci nulla mi divertivo a ricopiare pagine e pagine di codici solo per veder apparire un'animazione. Crescendo ho imparato, rompendone tanti, come utilizzare al meglio computer e gadget tecnologici vari. Attualmente, scrivo articoli e produco videorecensioni per diversi siti web di informazione ricercando i contenuti più interessanti presenti dedicati all' high-tech.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here