Google Assistant: le domande più stupide da fargli in italiano

Mi sono lanciata in un botta e risposta con Google Assistant a base di domande stupide. Quando si tratta di dire idiozie, l'assistente non si tira per niente indietro

0
31

google assistant domande stupide

Google Assistant è sbarcato in Italia da qualche mese, mentre sono solo poche settimane che anche gli assistenti di casa hanno iniziato a parlare la nostra lingua e ad essere venduti da noi. Nonostante Assistant sia molto utile, è possibile utilizzarlo anche per divertirsi. Io ci ho provato con somma soddisfazione!

Google Assistant: le domande più stupide da fargli!

Personalmente, in casa mia ho un Google Home Mini sin da quando è stato distribuito in Europa. L’ho comprato a Monaco durante un viaggio di lavoro. Da quando l’ho installato, inutile dire che ho cercato di personalizzare al massimo la mia casa collegandolo ai vari accessori a disposizione.

Ma Google Assistant non è solo utili informazioni e domotica! Con l’assistente di Big G potrete anche divertirvi o prendervi una piccola pausa dal lavoro o dallo studio. Alle domande più impensabili che deciderete di fargli riceverete risposte altrettanto strane. Inoltre, con Assistant potete anche giocare, basta chiederglielo!

Dopo averlo testato su Google Home Mini, subito dopo che ha iniziato a parlare Italiano, ho deciso anche di raccogliere una testimonianza del suo lato ludico e raccontarla in un video che sa di botta e risposta fra me e Google Assistant. Naturalmente ha vinto lui, per sfinimento! Non ci credete? Guardate un po’!

 

Seguimi sui social!
CONDIVIDI
Articolo precedenteWhatsApp sarà presto vietato ai minori di 16 anni
Articolo successivoLG V30 riceve l’aggiornamento ThinQ in Italia
Carla Stea
Recensore ed editor in ambito Tech, non ho ancora capito se è un lavoro o una passione. Il confine è sottile. Classe 1990, ho abbandonato le bambole prima di capire a cosa servissero realmente. Sono appassionata di tecnologia sin da piccolissima, mi divertiva qualsiasi cosa si azionasse premendo un bottone. Ho avuto il primo PC, il mitico Commodore 64, a 6 anni. Senza capirci nulla mi divertivo a ricopiare pagine e pagine di codici solo per veder apparire un'animazione. Crescendo ho imparato, rompendone tanti, come utilizzare al meglio computer e gadget tecnologici vari. Attualmente, scrivo articoli e produco videorecensioni per diversi siti web di informazione ricercando i contenuti più interessanti presenti dedicati all' high-tech.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here