Gmail: come inviare una mail segreta e che si autodistrugge

0
28

 

come inviare messaggi che si autodistruggono con gmail

Chi ha già provato tutte le feature della nuova Gmail si sarà reso conto che l’interfaccia desktop offre una nuova interessante possibilità. Infatti è possibile inviare una mail confidenziale – che ha bisogno di una password per essere aperta – e che si autodistrugge dopo un certo intervallo di tempo.

Come spedire email protette che si autodistruggono con Gmail

L’utilizzo della nuova feature è semplicissimo, ma si può fare solo da desktop. Per utilizzarla basta seguire qualche step:

  • Apri la tua Gmail dal PC;
  • scegli “scrivi” (in alto a sinistra);
  • nella finestra di composizione, sulla stessa barra del pulsante per l’invio, c’è un piccolo orologio (o timer), cliccalo;
  • in questa scheda puoi selezionare l’attivazione di una password, che sarà inviata al destinatario tramite numero di cellulare, ma anche una scadenza per il messaggio. Dopo la data segnata, la mail non sarà più disponibile.

LEGGI ANCHE: Gmail, falla di sicurezza: lo spam ha come mittente il tuo indirizzo email

Con questa accortezza, aggiungerai un po’ di sicurezza al messaggio che invii. Pensa a quelle situazioni in cui mandi una mail e magari il contatto ha lasciato la finestra del client aperta su un PC dell’ufficio. Si tratta solo di una delle situazioni in cui i messaggi sensibili potrebbero essere alla mercé di chiunque. Dunque, con questa nuova feature di Gmail, assolutamente gratuita, potrete aumentare la privacy!

 

Seguimi sui social!
CONDIVIDI
Articolo precedenteXiaomi Mi 8 e non Mi 7 per un preciso motivo: no, non solo il compleanno di Xiaomi!
Articolo successivoIliad finalmente in Italia: 30GB in 4G+, minuti ed SMS illimitati a 5,99€
Carla Stea
Recensore ed editor in ambito Tech, non ho ancora capito se è un lavoro o una passione. Il confine è sottile. Classe 1990, ho abbandonato le bambole prima di capire a cosa servissero realmente. Sono appassionata di tecnologia sin da piccolissima, mi divertiva qualsiasi cosa si azionasse premendo un bottone. Ho avuto il primo PC, il mitico Commodore 64, a 6 anni. Senza capirci nulla mi divertivo a ricopiare pagine e pagine di codici solo per veder apparire un'animazione. Crescendo ho imparato, rompendone tanti, come utilizzare al meglio computer e gadget tecnologici vari. Attualmente, scrivo articoli e produco videorecensioni per diversi siti web di informazione ricercando i contenuti più interessanti presenti dedicati all' high-tech.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here