Spotify: e se diventasse anche un operatore? Traffico dati illimitato e Spotify Premium nei programmi

0
32

spotify operatore

Spotify ha iniziato a muoversi verso una direzione che potrebbe far molto piacere agli utenti. In particolare, l’azienda sta varando la possibilità di offrire un piano dati illimitato – cioè senza limiti di GB – senza però minuti e messaggi. Nemmeno a precisarlo, abbonamento premium a Spotify incluso.

Spotify potrebbe diventare un operatore virtuale, ma solo negli States per il momento

L’azienda ha chiesto direttamente ai suoi utenti cosa pensassero della possibilità che il gigante della musica in streaming vorrebbe da loro. Ovvero un piano dati per navigare sul Web, ascoltare musica e non solo in totale libertà. A patto però di rinunciare a minuti per le telefonate ed SMS.

LEGGI ANCHE: Iliad finalmente in Italia: 30GB in 4G+, minuti ed SMS illimitati a 5,99€

Il prezzo potenziale sarebbe di circa 30$ al mese. Di primo acchito potrebbe sembrare elevato, ma ci sono da considerare due fattori:

  • il target per il momento è focalizzato negli Stati Uniti, dove gli abbonamenti telefonici costano molto di più rispetto a noi ed offrono pochissimo;
  • All’interno del prezzo c’è anche Spotify Premium, che da solo costa circa 10$.

Indubbiamente, sarebbe un’occasione molto ghiotta per il pubblico statunitense. Ma non è da escludere che, se un domani l’azienda decidesse di sbarcare anche in Europa, potrebbe ottenere ottimi riscontri.

Seguimi sui social!
FONTEPhonandroid
CONDIVIDI
Articolo precedenteGoogle Lens: arriva sul Play Store l’app dedicata | Download
Articolo successivoLG G7 ThinQ ufficialmente in vendita in Italia: ecco perché e quando lo comprerei
Carla Stea
Recensore ed editor in ambito Tech, non ho ancora capito se è un lavoro o una passione. Il confine è sottile. Classe 1990, ho abbandonato le bambole prima di capire a cosa servissero realmente. Sono appassionata di tecnologia sin da piccolissima, mi divertiva qualsiasi cosa si azionasse premendo un bottone. Ho avuto il primo PC, il mitico Commodore 64, a 6 anni. Senza capirci nulla mi divertivo a ricopiare pagine e pagine di codici solo per veder apparire un'animazione. Crescendo ho imparato, rompendone tanti, come utilizzare al meglio computer e gadget tecnologici vari. Attualmente, scrivo articoli e produco videorecensioni per diversi siti web di informazione ricercando i contenuti più interessanti presenti dedicati all' high-tech.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here