Samsung Galaxy Note 8 riceve le patch di sicurezza di aprile

Samsung Galaxy Note 8 riceve le patch di sicurezza di aprile tramite un update dal peso di più di 500MB. Il livello di protezione del device si allinea con le ultime minacce scoperte

0
23

Samsung Galaxy Note 8 in versione no brand riceve le patch di sicurezza di aprile. Un aggiornamento piuttosto corposo, che supera i 500MB.

Samsung Galaxy Note 8 riceve le patch di sicurezza di aprile

Il phablet con la penna è stato aggiornato ad Android Oreo da poche settimane. Paradossalmente, l’aggiornamento è stato reso disponibile prima per i device sotto brand Tim e poi anche per gli altri, inclusi i no brand.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Note 8 riceve Android Oreo: la mia prova

Oggi arrivano le patch di sicurezza di aprile, che allineano con il mese in corso il livello di sicurezza del dispositivo. Patch che ricordiamo includono sia quelle del produttore che quelle rilasciate da Google. Questo almeno finché Big G non deciderà di dividere le due cose, in modo da velocizzare gli aggiornamenti. Infatti, è molto raro che gli update di sicurezza arrivino con questa velocità. Moltissimi smartphone sono ancora fermi a diversi mesi fa.

Addirittura, qualche giorno fa uno scandalo ha portato alla luce una questione particolarmente triste. Pare che alcuni produttori abbiano ingannato gli utenti, mentendo sulle effettive patch di sicurezza presenti sui dispositivi. A tal proposito, vi consiglio di leggere il mio articolo in cui è spiegato come verificare le reali patch installate.

L’update per Samsung Galaxy Note 8 è già in fase di rollout e gli utenti italiani lo hanno già ricevuto. Sul mio terminale, brand Tim, ancora nulla.

 

Seguimi sui social!
CONDIVIDI
Articolo precedenteHonor 10 è ufficiale: specifiche, disponibilità e prezzi
Articolo successivoRecensione Trevi XFEST 550 APP: la cassa Bluetooth smart
Carla Stea
Recensore ed editor in ambito Tech, non ho ancora capito se è un lavoro o una passione. Il confine è sottile. Classe 1990, ho abbandonato le bambole prima di capire a cosa servissero realmente. Sono appassionata di tecnologia sin da piccolissima, mi divertiva qualsiasi cosa si azionasse premendo un bottone. Ho avuto il primo PC, il mitico Commodore 64, a 6 anni. Senza capirci nulla mi divertivo a ricopiare pagine e pagine di codici solo per veder apparire un'animazione. Crescendo ho imparato, rompendone tanti, come utilizzare al meglio computer e gadget tecnologici vari. Attualmente, scrivo articoli e produco videorecensioni per diversi siti web di informazione ricercando i contenuti più interessanti presenti dedicati all' high-tech.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here