Samsung Galaxy Note 8 no brand riceve Android Oreo

Samsung Galaxy Note 8 no brand ha ricevuto ufficialmente l'aggiornamento ad Android Oreo, dopo che le versioni brandizzate erano già state aggiornate

0
22

samsung galaxy note 8 no brand android oreo

Finalmente, a partire da oggi 9 aprile 2018, è iniziato il roll out di Android Oreo anche per Samsung Galaxy Note 8 no brand. L’aggiornamento era arrivato già per le versioni brandizzate.

Samsung Galaxy Note 8 no brand riceve l’update ad Android Oreo

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Note 8 riceve Android Oreo: la mia prova

L’attesa è finita, anche i phablet no brand del gigante sud coreano stanno ricevendo in queste ore l’importante aggiornamento ad Android Oreo. Il malcontento dei possessori della versione dual sim di Note 8 era tanto perché le varianti brandizzate avevano ricevuto per prime l’update.

L’aggiornamento è in fase di roll out, dunque se non l’avete ancora ricevuto è solo questione di ore prima che possiate approfittarne. Come abbiamo già visto, l’aggiornamento porta con sé una serie di nuove funzionalità. Non ci sono grosse novità dedicate alla S-Pen né al comparto fotografico, piuttosto vengono assorbite tutte le feature tipiche di Android Oreo e sono introdotte delle personalizzazione dedicate ai bordi EDGE. 

Dopo una quindicina di giorni di utilizzo di Android Oreo sul mio Samsung Galaxy Note 8 brand TIM, posso affermare che non ci sono bug o lag rilevante e che l’autonomia energetica dello smartphone non ha subito modifiche peggiorative. Ovviamente, non posso confermare con certezza che accadrà la stessa cosa anche con i dispositivi no brand. Solo i primi test potranno confermarlo.

 

Seguimi sui social!
CONDIVIDI
Articolo precedenteWhatsApp Plus: il nuovo malware che ruba tutti i vostri dati
Articolo successivoZTE Iceberg: doppio notch ed angoli in vetro trasparente
Carla Stea
Recensore ed editor in ambito Tech, non ho ancora capito se è un lavoro o una passione. Il confine è sottile. Classe 1990, ho abbandonato le bambole prima di capire a cosa servissero realmente. Sono appassionata di tecnologia sin da piccolissima, mi divertiva qualsiasi cosa si azionasse premendo un bottone. Ho avuto il primo PC, il mitico Commodore 64, a 6 anni. Senza capirci nulla mi divertivo a ricopiare pagine e pagine di codici solo per veder apparire un'animazione. Crescendo ho imparato, rompendone tanti, come utilizzare al meglio computer e gadget tecnologici vari. Attualmente, scrivo articoli e produco videorecensioni per diversi siti web di informazione ricercando i contenuti più interessanti presenti dedicati all' high-tech.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here