OPPO Find X: il ritorno in Italia dell’azienda è segnato da un flagship

OPPO Find X sarà ufficiale il 19 giugno a Parigi, presentato nella splendida location del Museo del Louvre. Ormai non ci sono dubbi, il flagship arriverà anche in Italia

0
17

C’erano notizie, non certe, sin dallo scorso gennaio. Solo ieri però è arrivata l’ufficialità: OPPO Find X, il nuovo flagship cinese, arriverà anche in Italia in via ufficiale. Infatti, il 19 giugno è previsto a Parigi – nella splendida cornice del Museo del Louvre – il lancio globale del nuovo device.

OPPO Find X: si conosce ancora poco, ma in meno di due settimane potremo scoprirlo in dettaglio

Il nuovo flagship punta a diventare un importante concorrente degli attuali top di gamma presenti sul mercato. La scelta di utilizzare la X, per identificare il nome del modello della serie Find, punta proprio a questo: l’ignoto, il mistero. Quella novità che non ci aspetteremmo. Ovviamente, questo non fa che aumentare l’hype per un device del quale attualmente si conosce praticamente zero.

Certo, considerando ce si tratta di un top di gamma, difficilmente a livello hardware troveremo a bordo qualcosa in meno di un Qualcomm Snapdragon 845 supportato da 4/6/8GB di RAM ed almeno 64/128GB di storage interno. Sono solo supposizioni però.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi 8, Mi 8 Explorer Edition, Mi 8 SE, Mi Band 3 e MIUI 10: tutte le novità

Il display, quasi certamente, avrà rapporto d’aspetto 18:9 o 19:8, dipende dall’effettivo arrivo del notch sul device. Neanche a dirlo, non abbiamo idea di prezzi e disponibilità in Italia. Una cosa è certa, un altro top player sta per arrivare da noi. Che il 2018 sia l’anno di “stravolgimento” negli equilibri del mercato degli smartphone? OPPO e Xiaomi non passeranno certamente inosservati!

Seguimi sui social!
CONDIVIDI
Articolo precedenteLG G7 ThinQ ufficialmente in vendita in Italia: ecco perché e quando lo comprerei
Articolo successivoApple iOS 12 ufficiale: 7 app o feature copiate qui e lì dalla mela morsicata
Carla Stea
Recensore ed editor in ambito Tech, non ho ancora capito se è un lavoro o una passione. Il confine è sottile. Classe 1990, ho abbandonato le bambole prima di capire a cosa servissero realmente. Sono appassionata di tecnologia sin da piccolissima, mi divertiva qualsiasi cosa si azionasse premendo un bottone. Ho avuto il primo PC, il mitico Commodore 64, a 6 anni. Senza capirci nulla mi divertivo a ricopiare pagine e pagine di codici solo per veder apparire un'animazione. Crescendo ho imparato, rompendone tanti, come utilizzare al meglio computer e gadget tecnologici vari. Attualmente, scrivo articoli e produco videorecensioni per diversi siti web di informazione ricercando i contenuti più interessanti presenti dedicati all' high-tech.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here