LG G7 ThinQ ufficialmente in vendita in Italia: ecco perché e quando lo comprerei

0
16

LG G7 ThinQ

LG G7 ThinQ è disponibile ufficialmente in vendita da noi in Italia a partire da ieri. Uno smartphone che sto testando proprio in questi giorni e – prezzo a parte – penso sia uno dei top di gamma più interessanti di quest’anno.

LG G7 ThinQ: lo comprerei, ma non ad 849,90€

LG G7 ThinQ

Forse per 100/150€ in meno sarebbe stato un device interessante già a prezzo di listino. Purtroppo però non è così. Allora, se non vi va di rinunciare ad un top di gamma che merita parecchio, vi consiglio di guardare alle possibilità offerte dai vari operatori telefonici, oppure cercare di spuntare il miglior prezzo online. Veniamo a noi, lo comprerei perché:

  • nonostante il design sia in linea con quello del momento (lungo, sottile e con il notch) mi sembra meno delicato di altri terminali;
  • la sua fotocamera – in una parola – merita;
  • il display é molto luminoso e “si vede” sin dal primo utilizzo;
  • le prestazioni hardware/software sono quelle promesse;
  • il sistema audio Boombox è una feature davvero innovativa. Non solo ho sorpreso chi l’ha visto all’opera (come fosse un trucchetto di magia), ma è davvero piacevole ascoltare un audio alto e pulito, senza speaker esterni (ovviamente lì dove possibile.

LEGGI ANCHE: LG G7 ThinQ è ufficiale: specifiche, disponibilità e prezzi

Ovviamente non è perfetto. Ad esempio la batteria non garantisce chissà quali performance e l’estetica della UI di LG non è fra quelle che mi piace di più. Per il resto, mi sembra un device decisamente di sostanza e nella recensione completa vi svelerò di più. Perciò, se siete interessati ad LG G7 ThinQ, mettetevi alla ricerca del prezzo migliore sin sa subito! Per esempio, fate un giro da TIM!

Seguimi sui social!
CONDIVIDI
Articolo precedenteSpotify: e se diventasse anche un operatore? Traffico dati illimitato e Spotify Premium nei programmi
Articolo successivoOPPO Find X: il ritorno in Italia dell’azienda è segnato da un flagship
Carla Stea
Recensore ed editor in ambito Tech, non ho ancora capito se è un lavoro o una passione. Il confine è sottile. Classe 1990, ho abbandonato le bambole prima di capire a cosa servissero realmente. Sono appassionata di tecnologia sin da piccolissima, mi divertiva qualsiasi cosa si azionasse premendo un bottone. Ho avuto il primo PC, il mitico Commodore 64, a 6 anni. Senza capirci nulla mi divertivo a ricopiare pagine e pagine di codici solo per veder apparire un'animazione. Crescendo ho imparato, rompendone tanti, come utilizzare al meglio computer e gadget tecnologici vari. Attualmente, scrivo articoli e produco videorecensioni per diversi siti web di informazione ricercando i contenuti più interessanti presenti dedicati all' high-tech.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here