Android: come scoprire se hai perso delle patch di sicurezza

Ecco come controllare se il vostro smartphone ha ricevuto tutti gli update di sicurezza rilasciati da Google o se non è aggiornato alle ultime patch disponibili

0
18

controllare patch di sicurezza android

Con un’applicazione potrete facilmente sapere se avete perso delle patch di sicurezza importanti. Negli ultimi giorni si è diffusa una notizia inquietante a riguardo della possibilità che alcuni produttori abbiano mentito sulle patch di sicurezza distribuite sugli smartphone. Dunque, nemmeno quanto letto fra le informazioni dei nostri smartphone potrebbe essere reale.

Come scoprire se le tue patch di sicurezza sono le più aggiornate

controllare patch di sicurezza android

Per verificare in totale autonomia il proprio smartphone è aggiornato alle patch di sicurezza più recenti, o se uno o più update è stato saltato, basta una semplice applicazione dal funzionamento automatico.

LEGGI ANCHE: Gallery Doctor: come tenere in ordine la galleria fotografica su Android

SnoopSnitch è totalmente gratuita e potrete effettuare il download direttamente dal Google Play Store. Una volta installata, basterà concedergli le autorizzazioni richieste e far partire la scansione del vostro sistema. Alla fine, un report vi darà tutti i dettagli a riguardo degli aggiornamenti di sicurezza del vostro dispositivo. Alcune precisazioni:

  • SnoopSnitch funziona solamente se sul vostro smartphone sono presenti i permessi di ROOT;
  • Lo smartphone dev’essere equipaggiato con processore Qualcomm e versione Android 4.1 o successiva;
  • l’applicazione è in lingua inglese anche se abbastanza comprensibile.

SnoopSnitch vi permetterà di essere più consapevoli di quello che c’è sul vostro smartphone, non è il massimo sentirsi presi in giro o peggio essere convinti di avere a disposizione un certo livello di protezione del sistema quando questo non corrisponde alla realtà.

SnoopSnitch
SnoopSnitch
Price: Free
Seguimi sui social!
VIAGizBot
CONDIVIDI
Articolo precedenteSamsung Galaxy X 2018: doppio lettore d’impronte digitali | Concept
Articolo successivoHonor 7A e 7C ufficiali: specifiche, disponibilità e prezzi
Carla Stea
Recensore ed editor in ambito Tech, non ho ancora capito se è un lavoro o una passione. Il confine è sottile. Classe 1990, ho abbandonato le bambole prima di capire a cosa servissero realmente. Sono appassionata di tecnologia sin da piccolissima, mi divertiva qualsiasi cosa si azionasse premendo un bottone. Ho avuto il primo PC, il mitico Commodore 64, a 6 anni. Senza capirci nulla mi divertivo a ricopiare pagine e pagine di codici solo per veder apparire un'animazione. Crescendo ho imparato, rompendone tanti, come utilizzare al meglio computer e gadget tecnologici vari. Attualmente, scrivo articoli e produco videorecensioni per diversi siti web di informazione ricercando i contenuti più interessanti presenti dedicati all' high-tech.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here